Su legge per gestione grandi impianti idroelettrici e disastro del Vajont

Su legge per gestione grandi impianti idroelettrici e disastro del Vajont

Oggi in IV commissione abbiamo audito sindaci, aziende e comitati sul disegno di legge relativo alla gestione dei grandi impianti idroelettrici in regione.
Domani è l’anniversario del disastro del Vajont la cui ferita è ancora aperta nelle popolazioni e nei territori. Furono 1917 i morti cinquantasette anni fa. Quel disastro aveva dei colpevoli, coloro che hanno seguito logiche opportunistiche di sfruttamento badando solamente all’utile del mercato.
Sarà un’occasione storica per assicurare una legge che rispetti il territorio e coloro che ci abitano. In questi sessant’anni, da quel 9 ottobre del 1963, non sembra che quei territori abbiano però goduto di quel rispetto e quei diritti che invece dovranno essere il nostro baricentro nella legge che ci impegneremo a varare.
Solo così facendo potremo dare un senso a tutti quei morti.

Info sull'autore

Furio Honsell administrator

1 commento finora

Fabia TomasinoPubblicato il7:47 am - Ott 10, 2020

Grazie, per averlo riconosciuto: a nome dei montanari abituati sia per proprie caratteristiche anche psicologico culturali di isolamento e marginalità sia dal potere politico della pianura allla rassegnaziobe, noi Comitati Acque Valcellina e Valmeduna. la ringraziano

Lascia una risposta

Utilizzando il sito, accetti il possibile utilizzo di cookies. Per maggiori info

Questo sito potrebbe utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile o per raccogliere eventuali informazioni sull’uso del sito. Proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookie; in caso contrario puoi abbandonare il sito.

Chiudi