Sul sovraccarico dei reparti di medicina nell’ospedale di Udine

Sul sovraccarico dei reparti di medicina nell’ospedale di Udine

“L’allarme lanciato dal segretario della RSU dell’Azienda ASUFC è molto preoccupante. Indica ancora una volta, come la più grande azienda sanitaria della regione sia gestita senza nessuna programmazione e pianificazione, ma venga travolta ogni volta dagli eventi, trasformando in emergenza ogni problema. Che la pianificazione delle ferie possa richiedere qualche modifica organizzativa è plausibile, ma che si debba ricorrere al sovraffollamento delle stanze è pericolosissimo. Siamo ancora in una situazione di pandemia e il rischio di contagio è altissimo, anche se gli occupanti al momento risultassero sani. Una delle richieste che avevamo fatto più volte, come Open Sinistra FVG, all’Assessore, da quando è scoppiata la tremenda infezione da Covid-19 è stata quella di organizzare tutte le attività in stanze con un singolo occupante.
Stiamo operando per opporci alle classi sovraffollate nelle scuole, le cosiddette “classi pollaio”. Non possiamo accettare lo stesso fenomeno nelle strutture sanitarie!
Auspichiamo che la direzione di ASUFC possa finalmente rendersi conto che gestire una grande azienda richiede una “grande” strategia e non si può vivere alla giornata” ha dichiarato il consigliere regionale Furio Honsell.
Qui sotto l’articolo di ieri de “Il Gazzettino”:

Info sull'autore

Furio Honsell administrator

Lascia una risposta

Utilizzando il sito, accetti il possibile utilizzo di cookies. Per maggiori info

Questo sito potrebbe utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile o per raccogliere eventuali informazioni sull’uso del sito. Proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookie; in caso contrario puoi abbandonare il sito.

Chiudi