Aperture centri commerciali 25 aprile e 1° maggio: insulto alla dignità dei lavoratori

Aperture centri commerciali 25 aprile e 1° maggio: insulto alla dignità dei lavoratori

È un insulto alla dignità dei lavoratori ma anche ai valori fondanti della nostra Repubblica Italiana il fatto che i centri commerciali e i supermercati rimangano aperti in occasione della Festa più importante per il nostro Paese che è il 25 aprile e il 1° maggio.

È la dimostrazione che i lavoratori vengono sfruttati, che il lavoro si costruisce su una guerra tra persone in difficoltà che accettano o sono obbligate ad accettare tutti i contratti ed è il mio impegno primario di questa campagna elettorale quello di liberare, nel nome della Festa della Liberazione del 25 aprile, le decine di migliaia di lavoratori dei centri commerciali e loro famiglie.

È possibile ma bisogna combattere con le armi giuridiche senza lasciarsi sopraffare dal Governo di Roma.

Qui sotto l’articolo del Messaggero Veneto di oggi:

Info sull'autore

Furio Honsell administrator

Commenta

Utilizzando il sito, accetti il possibile utilizzo di cookies. Per maggiori info

Questo sito potrebbe utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile o per raccogliere eventuali informazioni sull’uso del sito. Proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookie; in caso contrario puoi abbandonare il sito.

Chiudi