Le nostre proposte

Alla base di questa proposta elettorale e del futuro metodo di governo si pone una metodologia partecipativa e di ascolto attivo, in modo particolare dei cittadini, di tutti i livelli di governo (Comuni, Unioni intercomunali) e degli organismi rappresentativi dei portatori di interesse.

Una Regione che cresce insieme

Più ascolto attivo: cittadini, associazioni, portatori di interesse, istituzioni, tutti parte del medesimo processo decisionale. Più equità: contrasto alle disuguaglianze e alle disparità. Formazione e orientamento di qualità per offrire soluzioni lavorative di lungo periodo per gli inattivi e gli scoraggiati.

Una Regione che innova con idee e progetti

Più ricerca e sviluppo per una specializzazione intelligente: maggiore sinergia tra sistema produttivo, università, istruzione e formazione. Più energia e visione nella valorizzazione delle peculiarità del territorio: da collocarsi al centro di ogni politica di crescita e sviluppo.

Una Regione più salubre, verde ed europea

Più prevenzione e salute diffusa: promozione di stili di vita più sani, di maggiore equità sociale nelle cure. Più ambiente per oggi e per le generazioni future: la Regione deve essere all'altezza dei più severi parametri in materia di tutela ambientale e di ecosostenibilità.

Mi vuoi contattare o desideri saperne di più?

Giornata mondiale del rifugiato 2018

In occasione di questa Giornata Mondiale del Rifugiato, penso sia doveroso, almeno per qualche istante, immedesimarsi in chi stia vivendo questa

Condanna per l’ultima esternazione Ministro Salvini

Esprimo sdegno e condanna per l'ultima esternazione di un Ministro della Repubblica Italiana che esprime sprezzante razzismo, gettando così disc

Insediamento Commissioni Permanenti

Oggi in Consiglio Regionale si sono insediate le Commissioni Permanenti. Ovviamente, la maggioranza si è accaparrata tutte le presidenze attr

Vicenda Aquarius: una sconfitta per la civiltà del nostro Paese

Provo vergogna per il fatto che il nostro Paese si sia rifiutato di accogliere la nave Aquarius con oltre 600 profughi. Il Ministro Salvini gongo

Utilizzando il sito, accetti il possibile utilizzo di cookies. Per maggiori info

Questo sito potrebbe utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile o per raccogliere eventuali informazioni sull’uso del sito. Proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookie; in caso contrario puoi abbandonare il sito.

Chiudi